sab 22 gen

|

Spazio Franco

L'ultima di Carnali

testo e regia Peppe Macauda | con serena Barone, Oriana Martucci | disegno luci Gabriele Gugliara | scenografia laboratorio Fuori Tema | produzione Santa Briganti | con il sostegno di Spazio Franco

La registrazione è stata chiusa
Scopri gli altri eventi
L'ultima di Carnali

Time & Location

22 gen, 21:15

Spazio Franco, Cantieri Culturali Alla Zisa, 90135 Palermo PA, Italia

About The Event

SINOSSI

“Questa cosa orribile, che fa veramente impazzire: che se siete accanto a un altro, e gli guardate gli occhi […] potete figurarvi come un mendico davanti ad una porta in cui non potrà mai entrare: chi vi entra, non sarete mai voi, col vostro mondo dentro, come lo vedete e lo toccate; ma uno ignoto a voi, come quell’altro nel suo mondo impenetrabile vi vede e vi tocca”. (Enrico IV - Pirandello)

È un silenzio animato di voci che solo lei può sentire, dentro un rito che si ripete, uguale e in crescendo, che conforta e condanna. Padrona di piccole vite, sperduta la sua in un incubo che intravediamo appena. Ha un nome, Maria, che continuamente ripete, una storia che non sappiamo, che non vorremmo sapere, una tenera follia sussurrata a fior di labbra di chi forse troppo ha visto, di chi forse sa, di chi forse ha scelto un luogo ai margini del mondo per catturarne le voci inascoltate come fossero farfalle e custodirne il tesoro, pagando il fio alla normalità oscena che da fuori la chiama, la insulta, la incalza, la chiama “pazza”.

Ma la pazzia è un incanto che da sé si culla, ride, gioca, piange e in quest’incanto immobile scorre l’esistenza di Maria.

In questo tempo sospeso, irrompe - come un petardo, come un proiettile sparato per gioco - una creatura senza nome e il tempo si fa frenetico, febbrile. Una discesa disperante, lo scherzo crudele di chi, già vittima, in un circolo feroce, ha bisogno di un’altra vittima. Una presenza che non vuole niente, solo forse “cinque minuti” per fuggire da un gioco sciamannato, da un carnevale dove ogni scherzo vale, dove qualcuno deve divertirsi a tutti i costi e qualcuno dovrà soccombere.

Ma la pazzia è un incanto che conosce e riconosce il dolore. E ancora culla e ancora ride e ancora…

BIO

PEPPE MACAUDA

Si forma con compagnie e maestri della scena contemporanea italiana (Giuliana Musso, Leonardo Capuano, Michele Sinisi, Punta Corsara). Segue i corsi di formazione drammaturgica con la Scuola Holden e con lo scrittore, attore e regista Rosario Palazzolo e con la scrittrice e drammaturga Beatrice Monroy. Lavora in qualità di attore negli spettacoli del regista Orazio Condorelli “La Famiglia M” (2015) e “Kryptonite” (2018), con quest’ultimo lavoro vince a menzione speciale come migliore interpretazione al Minimo Teatro Festival di Palermo nel 2018. Nel 2020 è regista e interprete di “Shuma” , con la quale ottiene il riconoscimento ed il patrocinio da parte del  UNHCR - Alto Commissariato delle Nazioni Unite. Nel 2021 lavora come aiuto regista in “Totò e Vicè” di F. Scaldati con la regia di Giuseppe Cutino. Nel 2022 porta in scena lo spettacolo “ L’Ultima di Carnali” con Serena Barone e Oriana Martucci, di cui è autore e regista. Dal 2017 è docente di laboratori teatrali per bambini, bambini autistici e adolescenti. Lavora  con l’Associazione Santa Briganti, associazione nata a Vittoria (Rg) nel 2007, con la quale organizza laboratori, rassegne teatrali, eventi e festival.

Tickets

Prezzo

Quant.

Totale

  • Unico

    8,00 €

    necessaria prenotazione

    8,00 €

    Sold out

Questo evento è sold out

Share This Event