sab 26 set | Palco Franco

Mattia e il nonno

Spettacolo teatrale di Roberto Piumini. Dal romanzo omonimo pubblicato da Einaudi Ragazzi - con Ippolito Chiarello adattamento e regia Tonio De Nitto-musiche originali Paolo Coletta- Costume Lapi Lou-Luci Davide Arsenio-Tecnico Antonio Longo-Organizzazione Francesca D’Ippolito
La registrazione è stata chiusa
Mattia e il nonno

Time & Location

26 set 2020, 21:15
Palco Franco, Via Paolo Gili, 4, 90138 Palermo PA, Italia

About The Event

IMPORTANTE. L'ingresso per i bambini sotto i 13 anni è gratuito ma è strettamente necessario, dopo l'acquisto del biglietto, comunicare il numero dei minori a seguito, all'indirizzo email mercuriofestival@gmail.com o inviando un sms o un messaggio whatsapp al numero +39 379 190 6102  

Prima regionale.

coproduzione Factory compagnia transadriatica Fondazione Sipario Toscana in collaborazione con Nasca Teatri di Terra.

Mattia e il nonno è un piccolo capolavoro scritto da Roberto Piumini, uno degli autori italiani più apprezzati della letteratura per l’infanzia. In una lunga e inaspettata passeggiata, che ha la dimensione forse di un sogno, nonno e nipote si preparano al

distacco, a guardare il mondo, a scoprire luoghi misteriosi agli occhi di un bambino, costellati di incontri magici e piccole avventure pescate tra i ricordi per scoprire, alla fine, che non basta desiderare per ottenere qualcosa, ma bisogna provare e

soprattutto non smettere mai di cercare. In questo delicato passaggio di consegne il nonno insegna a Mattia, giocando con lui, a capire le regole che governano l’animo umano e come si può fare a rimanere vivi nel cuore di chi si ama. Una tenerezza infinita è alla base di questo straordinario racconto scritto con dolcezza e grande onirismo. Un lavoro che ci insegna con gli occhi innocenti di un bambino e la saggezza di un nonno a vivere la perdita come trasformazione e a comprendere il ciclo della vita.

È un farmaco questo racconto, uno di quelli che noi adulti, avremmo dovuto avere la fortuna di conoscere da piccoli per imparare a recepire la separazione come questo cammino tra nonno e nipote che somiglia a un viaggio che non fa più paura..

Bio

Artista pugliese che spazia dal teatro al cinema, alla musica. In questi campi si è cimentato principalmente come attore, ma ha praticato anche la strada della scrittura, della regia e della formazione, anche in ambito di disagio sociale. Dopo varie frequentazioni e momenti di formazione attoriale e scrittura e l’incontro con Dario Fo lavora per circa dieci anni con la Compagnia Koreja di Lecce (1995-2004 Acido Fenico 2000, Brecht’s dance 2001) per poi intraprendere una sua strada indipendente nel 2007 legata alla sua sigla teatrale Nasca teatri di terra per la quale tra gli altri realizza Fanculopensiero stanza 510 e Club27. Lavora inoltre come attore con la compagnia Factory per “Romeo e Giulietta” 2012, “La bisbetica domata” nel 2014, “Il Misantropo” nel 2018 con la regia Tonio De Nitto, con Teresa De Sio nel suo Metti il diavolo a ballare, con Giorgio Barberio Corsetti nello spettacolo La Guerra DI Kurukscetra e con il premio UBU Mario Perrotta nel progetto Verso terra - a chi viene dal mare. Il suo percorso di ricerca (spettacoli, progetti, formazione) si focalizza nel recupero della relazione pubblico-artista e ha generato la modalità del Barbonaggio Teatrale (2009). Il Barbonaggio ha raggiunto più di 300 città italiane, molte capitali europee e il Canada. Ormai è diventato un vero e proprio movimento teatrale ed è stato segnalato per il Premio UBU e Premio Rete Critica nel 2014. Il Barbonaggio come nuovo strumento di diffusione, distribuzione e promozione del teatro. Nel 2014 fonda la Compagnia Ammirata che, ispirandosi al Barbonaggio come esperienza individuale, porta in forma collettiva il teatro e gli allestimenti anche in strada. Nel cinema: Il miracolo (2002), Galantuomini (2007), e Una vita in comune (2017) di Edoardo Winspeare; Fine pena mai di Davide Barletti e Lorenzo Conte. Il venditore di medicine di Antonio Morabito e La Santa di Cosimo Alemà selezionati alla Festa del Cinema di Roma nel 2013. Nel 2014 ancora un film: Latin lover con la regia di Cristina Comencini. Nel 2017 è Tirozzi nella Fiction Taodue per Mediaset Renata Fonte con Cristiana Capotondi e la regia di Fabio Mollo. Nel 2019 partecipa alla fiction “PASSEGGERI NOTTURNI” come attore. Serie tv in 10 puntate, prodotta da Anele di Gloria Giorgianni insieme a Rai Fiction. Tratta dai racconti di Gianfranco Carofiglio diretta da Riccardo Grandi. Nel cinema si cimenta anche come autore e regista: il suo ultimo lavoro come co-autore con Matteo Greco, Ogni volta che parlo con me (2013) è ispirato al progetto del Barbonaggio Teatrale e girato nelle principali capitali europee.

Tickets
Prezzo
Quant.
Totale
  • Unico
    €5
    €5
    0
    €0
Totale€0

Share This Event